Ceteareth-3

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
CETEARETH-3-inci

Composto etossilato presente in alcuni prodotti per la cura della persona, ad esempio le creme viso, il ceteareth-3 è inscritto nell’elenco degli ingredienti cosmetici, il noto INCI. La sua comparsa nell’etichetta deve essere compresa al fine di poterne determinare l’effetto e la funzione in ciò che ci troviamo ad acquistare.

Certo, non tutti siamo ferrati in chimica, anzi a dire il vero un po’ detestiamo la materia che per molti liceali ha costituito un autentico incubo. Beh, se ci stanno a cuore salute ed estetica, dovremmo fare un piccolo sforzo e darci almeno a una lettura consapevole degli ingredienti propri di un tonico, di una maschera viso o di un balsamo.

Poche semplici nozioni e il nome ceteareth-3 non sarà più così enigmatico.

CETEARETH-3

🟢 Cos’è il Ceteareth

Ceteareth-3 si compone di una parola e di un numero: entrambi intendono indicare qualcosa di estremamente preciso perchè… la chimica, come la matematica, non è un’opinione. E facciamola questa domanda: cos’è il ceteareth?

Più corretto chiedere di cosa è fatto. Parliamo di una sostanza realizzata con alcool cetearilico – ovvero una miscela di alcool cetilico e alcool stearilico – e ossido di etilene, il cui numero medio di molecole aggiunte per generare l’ingrediente collima con il valore numerico seguente al trattino. Ne evinciamo che il ceteareth-3 possiede tre molecole di ossido di etilene e si configura come un liquido sintetizzato essenzialmente per solidi cerosi.

In generale, il ceteareth è riscontrabile nei prodotti per la cura della pelle, nei balsami per capelli, nelle creme idratanti, nelle tinture e negli abbronzanti.

Ceteareth-3

💚 Ceteareth-3: funzioni e destinazioni d’uso

Le funzioni del ceteareth-3 sono principalmente due, cruciali in ambito cosmetico e coincidenti con le destinazioni d’uso:

  • emulsionante: facilita la formazione di miscele fra liquidi cosiddetti “immiscibili” come l’acqua e l’olio, andando a modificare la tensione interfacciale
  • tensioattivo: alleggerisce la tensione superficiale contribuendo all’uniforme distribuzione del prodotto nella fase di utilizzo

Sicurezza dell’ingrediente

Il CIR (Cosmetic Ingredient Review) non ha riscontrato effetti collaterali né prove di una qualche forma di tossicità nel ceteareth-3. Un risultato confortante e convincente che spinge le aziende cosmetiche ad avvalersene per realizzare i prodotti destinati alla vendita. Lunezia, ad esempio, impiega quest’ingrediente nelle creme, in particolare in quelle antiage da applicare sul volto, vedasi la crema al veleno d’api antirughe giorno.

Lascia un commento