Gli effetti del veleno d’api sulla cellulite

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
veleno-d-api-cellulite

Quella fra la donna e la cellulite è una lotta che perdura da secoli e resta ancora aperta la caccia al rimedio migliore per debellarla. In questa guerra tutta al femminile, il veleno d’api fa la voce grossa entrando di diritto nell’Olimpo della cosmetica rosa.

Beh, lo avete capito, il gentil sesso mal digerisce la cellulite, una nemica giurata che soppianta addirittura l’atavico inestetismo, le rughe. Invecchiare è normale e naturale, ma la buccia d’arancia su cosce e glutei risulta un annoso disagio soprattutto per le donne più giovani, che non vogliono rassegnarsi a questa particolare afflizione. 

Per fortuna la cosmetica ha saputo evolversi nel tempo, progredire e trovare sempre nuove soluzioni a vecchi problemi mai estinti. Il veleno d’api garantisce degli effetti visibili e riscontrabili a lungo termine, applicato a prodotti di largo utilizzo quali creme, olii e unguenti.

creme-al-veleno-d'api-cellulite

Cellulite: cos’è e come si manifesta

Quella che i francesi Alquier e Paviot chiamarono per primi “cellulite” nel 1922 è, secondo la medicina, un fenomeno fisiologico e non una vera e propria malattia. Ne soffrirebbero, sulla base di sondaggi, statistiche, studi e ricerche, ca. l’80% delle donne, in particolar modo durante la fase post puberale. 

Colpisce di norma la zona pelvica e addominale ma anche i fianchi e, come sopra detto, cosce e glutei. La pelle s’introflette e si deprime, assumendo un aspetto che ricorda, appunto, la buccia d’arancia o la trapunta.

Le cause possono essere le più disparate e non sempre imputabili a precisi fattori. Squilibrio ormonale, nutrizione disordinata, alterazioni del sitema linfatico e cattiva circolazione del sangue agiscono in combinazione nella formazione della cellulite

Se vi aggiungiamo uno stile di vita sedentario, obesità o anche solo del sovrappeso, allora andiamo a completare un quadro piuttosto critico. Sovrabbondanza di tessuto adiposo e proporzionale indebolimento del tessuto muscolare bastano a rincarare la dose.

veleno-d-api

Associare una crema al veleno d’api a un rimedio naturale

Eliminare la cellulite è possibile? Sì, a patto che si intervenga sia con le sane abitudini naturali, sia con dei buoni prodotti cosmetici. Tradotto: la sola attività fisica e una dieta corretta non sono sufficienti se non abbinate a un adeguato ciclo di massaggi drenanti e terapie topiche a base di unguenti e creme. 

Top in tal caso una crema al veleno d’api, un principio attivo dalle proprietà tonificanti spesso accordato a guaranà e caffeina, e/o alla vitamina E e all’acido ialuronico. La mission: idratare a fondo e levigare la pelle.Si può in alternativa ricorrere a una crema anticellulite agli Estratti Vegetali, mirata poiché forte delle azioni dell’ippocastano e dell’edera: il primo elemento drena, il secondo rassoda. Un trattamento costante produce nel tempo risultati soddisfacenti.

Lascia un commento

Un blog in cui trattiamo la storia della nostra azienda assieme ai migliori prodotti alimentari e cosmetici per la salute del corpo e della mente.

Articoli Recenti

Seguici su Facebook