Sale marino sulla pelle: come comportarsi dopo il bagno al mare

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
sale marino sulla pelle

Gli effetti del sale marino sulla pelle dopo un giornata trascorsa in spiaggia sono spesso sottovalutati, ecco perché risulta buona norma pulire e trattare la cute con prodotti capaci di preservarne la salute.

Sembra paradossale, eppure siamo nell’ambito della pura verità. Il nostro corpo è formato per il 70% di acqua, elemento presente nondimeno in tutto lo spessore della pelle, dallo strato epidermico più superficiale al derma. Difficile pensare che la stessa acqua rappresenti uno dei fattori più incidenti nella disidratazione cutanea

In estate sole e caldo provocano nell’organismo la più spontanea reazione, ovvero la sudorazione. Il rilascio di acqua corrisponde a una conseguenza del calore caratteristico della stagione. Il sudore pian piano si asciuga, lasciando tuttavia sulla pelle residui salini che a lungo andare la seccano.

Un caso eclatante è costituito dal tanto sospirato bagno al mare, occasione per rinfrescare il corpo dall’opprimente calura e disintossicarsi dallo stress accumulato durante un intero anno di lavoro, ansie e preoccupazioni. 

Fin qui tutto bene, attenzione però: una breve doccia e l’asciugamano possono non bastare a rimuovere tutto il sale marino sulla pelle. Prendere sotto gamba la questione può dare adito a effetti controproducenti.

Pelle secca e disidratata: cause principali

La perdita d’acqua, che può manifestarsi tanto a livello epidermico quanto nel derma, agisce negativamente sul film idrolipidico che ricopre e protegge la nostra pelle, riducendolo sensibilmente fino a favorirne la suscettibilità agli agenti esterni. I primi a farne le spese sono tono ed elasticità, e sappiamo bene cosa questo comporti in particolare sul viso.

No, non avremmo voluto dirlo ma lo diciamo: le rughe! Ebbene sì, sempre loro, sempre in agguato, perennemente nello spettro delle grandi paure delle donne. Molto concorre a rovinarci le feste, come sole, vento e smog, alterazioni ormonali, assunzione di farmaci e cattive abitudini. 

Una di queste sta, appunto, nel permettere al sale marino sulla pelle non rimosso dopo un bagno di far microdanni che, sommati nel tempo, lasciano il segno. 

Così, al rientro dalla vacanza, ci ritroviamo sì abbronzati e riposati, ma allo stesso modo con una cute secca, opaca, ruvida e molto arrossata. Avete mai provato la sensazione della pelle che tira e il tremendo prurito annesso? Sono i due campanelli d’allarme che dovrebbero farvi correre subito ai ripari.

sale-marino-sulla-pelle

Come rimuovere completamente il sale marino dalla pelle?

Utile ribadire che un rapido risciacquo e un’asciugata veloce da sole non sono sufficienti a rimuovere completamente la salsedine dalla pelle. È invece abitudine fondamentale lavarsi bene, detergersi accuratamente e reidratarsi

I dermatologi consigliano, a ragione, l’impiego di formulazioni con ingredienti vegetali quali olio di jojoba e burro di karitè, e poi creme idratanti a base di acido ialuronico, vitamina C ed E, soprattutto fosfolipidi, ceramidi e miele, componente che garantisce anche un effetto riparatore.

migliori-antirughe

Crema al veleno d’api e latte corpo dopo la doccia

Un prodotto top in grado di assicurare un’azione a tutto tondo è la crema al veleno d’api di Lunezia. Applicata specificamente sul viso, previene la formazione delle rughe da invecchiamento o photoaging, appianandole qualora esse siano già insorte. 

Possiamo usare la versione giorno con una texture leggera per affrontare la frenetica quotidianità senza brutte sorprese, oppure ricorrere alla versione notte affinché la texture più pesante agisca con un lento assorbimento della crema sulla pelle.

Dopo la doccia post bagno al mare, una crema corpo al miele è veramente l’ideale, come lo sono i latti corpo che propone la linea Lunezia Cosmetics. Miele e cocco, miele e frutti di bosco, pesca e miele: tre prodotti, un effetto sorprendente.

A una corretta skin care va comunque associata una sana alimentazione e all’assimilazione di due litri d’acqua al giorno. Non siate pigri, curate la vostra pelle e, senza effetti indesiderati, potrete continuare a godervi un’estate al mare in tutta tranquillità e salute.

sale marino sulla pelle

Lascia un commento

Un blog in cui trattiamo la storia della nostra azienda assieme ai migliori prodotti alimentari e cosmetici per la salute del corpo e della mente.

Articoli Recenti

Seguici su Facebook