Color block

Color block cos’è?

Si sente sempre più spesso parlare di armocromia. Legata a questa tecnica c’è poi quella del color block, ovvero una tecnica di abbinamento cromatico che si utilizza nel settore moda per dare vita ad un determinato look. Oggi vediamo insieme come nasce questa tecnica e come si differenzia dalla pratica dell’armocromia.

homepage lunezia cosmetics

Cosa si intente per color blok?

Per color block o color blocking si intente l’utilizzo di due colori in contrasto tra loro all’interno del proprio look, può essere fatto in diversi modi selezionando i colori in modo che valorizzino ogni singola persona, in alcuni casi si utilizzano due colori opposti nella ruota dei colori per creare delle combinazioni singolari e interessanti, come il viola abbinato al giallo, l’arancione con l’azzurro ed il verde con il rosa.

color block

In questo articolo vedremo come è nato il color blok e i vari modi per scegliere i colori per il proprio abbigliamento, il colori blocking si potrebbe utilizzare non solo per il proprio look ma anche per l’arredamento di casa.

La nascita della tecnica del color block

Vediamo insieme come nasce la tecnica del color block. Siamo nell’antichità, più principalmente nella Grecia antica. Il colore differenzia le classi sociali e sottolinea i diversi status. In particolare, il rosso e il bianco a contrasto indicavano che la persona che li indossava faceva parte dell’aristocrazia o dell’ambiente politico.

Con il tempo e l’avvento delle nuove tecnologie i colori sono cambiati, aumentati di tonalità e gradazione, ma soprattutto si sono resi parte integrante della lettura del linguaggio del corpo.

La chimica e le nuove rotte mercantili hanno fatto il resto: il colore è adesso accessibile a tutti ed è molto più popolare, ma non per questo meno importante. Infatti, lo studio del colore è sempre stato parte integrante della realizzazione estetica dell’essere umano.

La tecnica del color block nasce comunque tra gli anni ‘60 e ‘70, anni in cui c’è stato un vero e proprio boom del colore. Sono gli anni in cui stilisti come Yves San Laurent o artisti plastici come Rothko iniziano a sperimentare nuove tecniche di stampa e nuove combinazioni attraverso l’utilizzo del magnetismo del colore.

Tipologie diverse di color blocking

Ci sono diversi tipi di color block. Diversi modi per utilizzare questa tecnica e creare outfit chic e audaci. Quello che è importante ricordare e che alla base di questa tecnica c’è una regola non scritta: evitare il più possibile le stampe.

L’obiettivo è quello di dare massimo risalto ai blocchi di colore scelti e creare una potenza del contrasto che colpisca l’occhio dello spettatore.

La prima tipologia di cui vogliamo parlarvi è il color block monocromatico, definito anche total look da tutti coloro che lavorano nel settore moda. Qui viene utilizzata una sola tonalità di colore e il risultato è elegante e senza tempo. 

C’è solo una cosa da ricordare bene: si devono scegliere tonalità adatte alla nostra personale palette di colori e il colore di base del total look non dovrà mai essere un colore troppo acceso o stucchevole.

color blok

Color block e armocromia

Prima di andare a vedere le altre tipologie di color block vogliamo aprire una parentesi sull’armocromia. Nel paragrafo precedente, infatti, vi abbiamo accennato che per realizzare un color block monocromatico si dovrà scegliere una tonalità di colore adatta alla nostra personale palette.

Come capire però quali sono i colori che ci stanno meglio? Effettuando una seduta di armocromia con un’esperta che si occuperà di capire di quale stagione siete e di rilasciarvi la vostra personale palette di colori, quelli che su di voi sembreranno sempre chic e intramontabili.

L’armocromia si basa sul presupposto che ognuno di noi è diverso dall’altro. Abbiamo occhi, pelle, sopracciglia e labbra diversi e con colori diversi tra loro. Questi colori possono essere caldi o freddi, brillanti o tenui.

In base al sottotono, ovvero alla temperatura della propria pelle, si può capire se ci stiano meglio colori caldi, freddi, brillanti o tenui. In base al nostro sottotono possiamo identificarci all’interno di una delle quattro stagioni che vengono misurate non solo valutando la temperatura della pelle, ma anche il valore che essa ha, la sua intensità e il contrasto.

Ogni stagione è che caratterizzata da una diversa presenza e combinazione di queste quattro variabili che valutano quindi anche se i colori che ci stanno meglio siano predominanza chiara o scura.

Che sono gli outfit Stili di abbigliamento donna

Color blocking = contrasto di colori

Ora che abbiamo approfondito l’aspetto legato all’armocromia vediamo insieme le altre tipologie di color block, partendo da quello creato con il contrasto di colori.

Questa tipologia prevede la scelta di due colori, di cui uno neutro e uno più intenso. Dopo aver effettuato la seduta di armocromia con l’esperta sicuramente sarete in grado di utilizzare la ruota dei colori per andare a scegliere l’abbinamento del colore neutro con quello che gli sta davanti più intenso.

Una volta scelti i due colori potrei abbinarli tra di loro andando a spezzare sopra sotto o utilizzando un total look con il colore tenue e accessori con il colore intenso.

color blok

Color block per famiglie di colori 

La terza tipologia di color block viene definita per “famiglie di colori”. Questo significa che potrete scegliere di indossare la stessa tonalità con diverse sfumature gradazioni.

Un esempio che si vede spesso indossare alle celebrities è quello di combinare il blu marino con l’azzurro, il grigio e il bianco sporco per dare profondità e contrasto all’outfit.

Articoli correlati a color blocking:

Articoli simili